VENERDI 4 MARZO "BACCALA' SOCIALE"

AL VIA LA SESTA EDIZIONE 2015...

 

TUTTE LE NOTIZIE DELLA NUOVA EDIZIONE 

CLICCANDO QUI

news:

www.periferiadellimpero.it

 

 

VINCITORI EDIZIONE 2012

Alla terza edizione del festival ,svoltasi nella splendida cornice del giardino venvitelliano del convitto nazionale A.Nifo di Sessa Aurunca, hanno partecipato sessantadue opere con una partecipazione italiana ed europea. Il successo decretato dalla notevole affluenza di pubblico e dalla partecipata giuria popolare confermano la qualità e buon livello organizzativo raggiunto.

Grazie e alla prossima edizione!

CORTI FINALISTI E PROGRAMMA PROIEZIONI.doc (28,5 kB) 

CORTI FINALISTI E PROGRAMMA PROIEZIONI.doc (28,5 kB)   CORTI FINALISTI E PROGRAMMA PROIEZIONI

composizione giuria

il concorso è stato organizzato dall'arci matidia di sessa aurunca in collaborazione con:

locandina finale corto2012

 

 

 

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nella splendida cornice dell’ Ecomuseo del Territorio Arci di Sessa Aurunca della Cantina del Castello ducale di Sessa Aurunca si è conclusa la

II edizione del  

Concorso per cortometraggi Arci Sessa

“ La periferia dell’Impero” :

 

Hanno partecipato cinquantaquattro corti provenienti da ogni parte d’Italia e con una sensibile partecipazione europea e si ringrazia pertanto il lavoro della giuria composta da Giovanni Prisco , Adolfo Sasso, Filippo Ianniello, Peppino Dell’Ova, Clotilde Daniela Ambrisi, Antonio Torrese, Antonello Marcello.

 

La qualità delle opere in concorso e la costante partecipazione di pubblico nelle due serate conclusive sono state un importate segnale di evoluzione culturale del territorio sessano che spinge il circolo arci matidia a considerare fondamentale per il suo percorso associativo e sociale l’organizzazione, ancora piu’ articolata, della terza edizione.

In elenco la classifica dei vincitori a cui vanno ripettivamente 300€, 100€ e targa.

 

 

 

 

Classifica vincitori della II edizione del.doc (26 kB)

 

Programma e Finalisti.doc (31 kB)

i   c o m p o n e n t i  della  g i u  r i a

clicca qui per il R E G O L A M E N T O

clicca qui per la DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E LA LIBERATORIA

 

 

 

 

VUOI FARE VOLONTARIATO? L'ARCI DI SESSA AURUNCA PROPONE UNA GIORNATA INFORMATIVA SUL VILLAGGIO DELLA SOLIDARIETA' CHE DA TRE ANNI SORGE A PARETE (CE) PER DARE ACCOGLIENZA E AIUTO AI TANTI TERZOMONDIALI CHE LAVORANO IN AGRICOLTURA NELLE NOSTRE TERRE.

PARTECIPA ALL'INCONTRO E CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU'.

   IL 12 E IL 13 GIUGNO VOTA QUATTRO SI

 

 

 

 

un giovane regista e sceneggiatore di Sessa Aurunca

ha vinto il concorso "miglior cortometraggio autoprodotto"

al NAPOLIFILMFESTIVAL 2010

Il premio al miglior cortometraggio autoprodotto consistente in un buono acquisto di materiale tecnico va a:
 

LA SAGRA DELLA PRIMAVERA di Giovanni Prisco

Motivazione: “Per la secchezza del racconto, l’austerità formale e la suggestione delle immagini”.

il cortometraggio è stato realizzato, anche, con il contributo di CULTURFEST ARCI matidia 2009

 

Odio gli indifferenti.
Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia.
L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. E’ la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi,che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia brutta che strozza l’intelligenza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perchè la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare.
Tra l’assenteismo e l’indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo,  tessono la tela della vita collettiva,e la massa ignora, perchè non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un’eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era attivo e chi era indifferente.
Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano, se avessi fatto anch’io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo? Odio gli indifferenti anche per questo; perchè mi da fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti. Chiedo conto a ognuno di loro del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime.
Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano.
Vivo, sono partigiano.
Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.”


Antonio Gramsci 1917
 

 

La Resistenza è la nostra Costituzione. 25 aprile 2010, Festa della Liberazione dal nazifascismo

Oggi più che mai l’Arci sarà impegnata a ricordare il 25 aprile, Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Sarà la festa della Resistenza e della nostra Carta Costituzionale. In un momento difficile per la nostra democrazia è necessario moltiplicare le occasioni per parlare alle persone di cittadinanza, libertà e partecipazione. Ricordiamo sempre che durante il ventennio le Case del popolo, le Società di mutuo soccorso, i circoli ricreativi, furono distrutti, chiusi ed espropriati dall’azione fascista. Mussolini conosceva bene la funziona formativa, democratica e di resistenza che svolgevano le Case del Popolo o le Sms all’interno della società italiana. L’Arci è l’erede di quella tradizione popolare che ancora oggi difende i luoghi della partecipazione e della socialità per promuovere e tutelare la nostra democrazia. Per il nostro 25 aprile 2010, un omaggio a Gina Borellini e a tutte le donne che hanno liberato l’Italia. Anche in questa edizione 2010 promuoviamo il sostegno e l’adesione all’ANPI, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, che ha dato il suo patrocinio alle nostre attività e con la quale organizziamo molte delle iniziative previste (www.anpi.it). E canteremo tutti, sempre, Bella Ciao!

IL CIRCOLO ARCI DI SESSA AURUNCA ADERISCE AL CHERNOBYL DAY

SABATO 24 APRILE CI SAREMO ANCHE NOI...

 

 

Sessa Aurunca(Ce)- 24 aprile 2010 Raduno di fronte alla Porta dei Cappuccini alle ore 10:00 corteo lungo corso Lucilioarrivo in piazza XX Settembre dove ci saranno gli interventi parteciperanno gli studenti delle scuole rappresentanti politici e di associazioni rappresentanti delle Diocesi. 

http://www.comitatoantinuclearegarigliano.blogspot.com

 

 

clicca qui per il programma dettagliato

 solofria

 

 

 

 

 

 

Nei ghetti d’Italia questo non è un uomo

Di nuovo, considerate di nuovo
Se questo è un uomo,
Come un rospo a gennaio,
Che si avvia quando è buio e nebbia
E torna quando è nebbia e buio,
Che stramazza a un ciglio di strada,
Odora di kiwi e arance di Natale,
Conosce tre lingue e non ne parla nessuna,
Che contende ai topi la sua cena,
Che ha due ciabatte di scorta,
Una domanda d´asilo,
Una laurea in ingegneria, una fotografia,
E le nasconde sotto i cartoni,
E dorme sui cartoni della Rognetta,
Sotto un tetto d´amianto,
O senza tetto,
Fa il fuoco con la monnezza,
Che se ne sta al posto suo,
In nessun posto,
E se ne sbuca, dopo il tiro a segno,
“Ha sbagliato!”,
Certo che ha sbagliato,
L´Uomo Nero
Della miseria nera,
Del lavoro nero, e da Milano,
Per l´elemosina di un´attenuante
Scrivono grande: NEGRO,
Scartato da un caporale,
Sputato da un povero cristo locale,
Picchiato dai suoi padroni,
Braccato dai loro cani,
Che invidia i vostri cani,
Che invidia la galera
(Un buon posto per impiccarsi)
Che piscia coi cani,
Che azzanna i cani senza padrone,
Che vive tra un No e un No,
Tra un Comune commissariato per mafia
E un Centro di Ultima Accoglienza,
E quando muore, una colletta
Dei suoi fratelli a un euro all´ora
Lo rimanda oltre il mare, oltre il deserto
Alla sua terra - “A quel paese!”
Meditate che questo è stato,
Che questo è ora,
Che Stato è questo,
Rileggete i vostri saggetti sul Problema
Voi che adottate a distanza
Di sicurezza, in Congo, in Guatemala,
E scrivete al calduccio, né di qua né di là,
Né bontà, roba da Caritas, né
Brutalità, roba da affari interni,
Tiepidi, come una berretta da notte,
E distogliete gli occhi da questa
Che non è una donna
Da questo che non è un uomo
Che non ha una donna
E i figli, se ha figli, sono distanti,
E pregate di nuovo che i vostri nati
Non torcano il viso da voi.

Adriano Sofri

Non trovo altre parole.  Per chiedere perdono.  Per lo schifo che ho visto a casa mia.  Per la vergogna che provo, oggi, ad essere nata in Calabria

 

MOSTRA PRESEPIALE ALL' ECOMUSEO
Dal 13 dicembre fino al 6 gennaio è possibile visitare la mostra presepiale allestita presso l' Ecomuseo del Territorio Aurunco in viale Trieste a Sessa Aurunca (cortile interno scuola media Caio Lucilio), l'apertura pomeridiana è fissata dalle ore 17,00 alle ore 19,30 ma in diverse giornate è prevista anche quella antimeridiana. Oltre ai presepi napoletani sarà possibile visionare anche quelli provenienti dal sud america e di artigiani ceramisti di Cascano. Sarà anche l'occasione per chi non l' abbia già fatto di visitare l' ecomuseo. L' ingresso è gratuito.
Arci matidia Sessa A.

Nel documentario dell'espresso sessa aurunca infelice protagonista nello sfruttamento del popolo eritreo con personaggi noti...

clicca qui, fai partire il video e aspetta fino al minuto 26.50...

speciali.espresso.repubblica.it/interattivi/speciale-eritrea/

 

____________________________________________________________________________

LA CONSULTA SI PRONUNCIA 7 10 2009.

 

s i  d  i m e t t a...p e r l' a f f a r e Mills, p e r l' a f f a r e Mondadori,  p e r l'affare escort,per l'affare dell'utri e stallieri vari...RITORNI a Villa Wanda dal "libero" venerabile e poco raccomandabile.

 

Sabato 22 agosto
piazzale interno
ex Istituto Tecnico Commerciale "Florimonte"
V.le Trieste
Sessa Aurunca

h. 19.00
Visita Ecomuseo del Territorio Aurunco
con inaugurazione sala delle tipicità

h. 20.30
premiazione estemporanea di pittura
"Gli angoli della storia"

h. 21.00
MUTAMENTI presenta
lo spettacolo teatrale
"IL MACERO"
dal romanzo "Sandokan - storie di camorra" di Nanni Balestrini
scritto, diretto ed interpretato da Roberto Solofria

h. 22.00
Degustazione di prodotti tipici


Ingresso libero con prenotazione:
presso la sede ARCI Matidia di Sessa A. (p.zza XX Settembre) il mercoledì ed il venerdì dalle ore 17.00 alle ore 19.00
ai numeri: 347.9947917 - 393.4065039 - 339.2402401 - 3201474849 - 392.6955903
alla mail: arci.matidia@libero.it

e v i d e n c e

europee 2009

europee 2009
i dati delle urne sessane
>>

i materiali di euconomia

i materiali di euconomia
la lezione della prof.Alida Clemente
>>

euconomia

euconomia
giornate di euconomia 15 e 16 maggio 2009 ecomuseo arci c/o palestra caio lucilio sessa aurunca!        V E D I  M A NI F E S T O  C O M P L E T O         
>>

_____________________________________________________________________________________________

 __________________________________________________________________________________________

articoli da stampare

il nostro prof. Pasquale Stanziale introduce la "società dello spettacolo" di guy debord

il nostro prof. Pasquale Stanziale introduce la "società dello spettacolo" di guy debord
INTRODUZIONE di Pasquale Stanziale LA SOCIETA' DELLO SPETTACOLO OVVERO CRISI DELLA MODERNITA' E SCONFITTA DELLA POLITICA E' stato così che ci siamo definitivamente arruolati nel partito del diavolo, vale a dire di quel male storico che porta alla distruzione delle condizioni esistenti, di...
>>

per riflettere sulla "vita a credito" grazie a Zygmunt Bauman

per riflettere sulla "vita a credito" grazie a  Zygmunt Bauman
l mondo drogato dalla vita a credito bauman.pdf (20 kB)
>>
Annunci Gratuiti Forum Gratis php nuke Gratis Blog Gratuito Album Gratuito

 

  
 
 
 
 
 
 

 

Cerca nel sito

arcisessa© 2008 All rights reserved.